Sistema di monitoraggio in continuo emissioni

L’impianto produttivo della Cementeria Costantinopoli, risulta essere tra i più moderni ed evoluti tecnologicamente. Si compone di un forno rotante e di una torre a cicloni a cinque stadi. In gergo tecnico, l’impianto è definito come processo produttivo per via “secca”. Tale ammodernamento tecnologico dell’impianto, ha permesso una notevole riduzione dei consumi di acqua, di energia e conseguentemente una diminuzione delle emissioni in atmosfera.

La modernità e il continuo progresso tecnologico degli impianti non è soltanto la base per l’efficienza produttiva, necessaria per la competizione sui mercati, ma è anche il presupposto essenziale per la prevenzione e riduzione delle emissioni in atmosfera.

La Cementeria Costantinopoli adotta tutte le migliori tecniche disponibili di settore a tutela dell’ambiente e della salute pubblica (BAT – Best Available Techniques), tanto che i valori delle emissioni in atmosfera sono ampiamente sotto i limiti di norma.

Tutti i punti di emissione in atmosfera sono provvisti di impianti di abbattimento delle polveri i quali, come indicato dalle BAT, sono costituiti da filtri a tessuto del tipo a maniche e filtro a maniche abbinato a un sistema di riduzione selettiva non catalitica (SNCR) per la linea di cottura abbinata al punto di emissione E27.

La linea di cottura della Cementeria Costantinopoli è dotata di un apposito Sistema di Monitoraggio in Continuo delle Emissioni in atmosfera (SME), il quale provvede a misurare e registrare i dati relativi alle emissioni, dati che sono successivamente trasmessi alle autorità competenti ed agli enti di controllo secondo quanto disposto dalle specifiche autorizzazioni. Il punto di emissione in corrispondenza del quale è installato lo SME è quello della linea di cottura individuato con la sigla E27.


Monitoraggio in continuo